Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Spara al figlio dopo una lite

La vittima è un 39enne di Rivalta Bormida. Ad ucciderlo è stato il padre, dopo di una lite. Dopo aver esploso il colpo, ha chiesto alla vicina di casa di chiamare i carabinieri [AGGIORNAMENTO]
CRONACA – Aggiornamento

Si trova agli arresti Luciano Assandri, 68 anni di Rivalta Bormida, accusato di omicidio volontario. La vittima è il figlio, Diego, 39 anni.
I due vivevano insieme, in una villetta in una zona residenziale di Rivalta Bormida, invia don Garbarino. La madre di Diego, e moglie di Luciano, era mancata circa un anno fa. 
Dalle prime informazioni trapelate dalle indagini tutt'ora in corso, l'uccisione di Diego per mano del padre avrebbe i contorni di un dramma familaire. Il 39enne era noto alle forze dell'ordine, aveva avuto qualche guaio in passato. I due avrebbero iniziato a litigare, Diego aveva chiesto per l'ennesima volta soldi al padre. Forse per motivi legati al consumo di sostanze stupefacenti.  Luciano, esasperato, ha preso la pistola, arma regolarmente detenuta, ed ha esploso più colpi verso il figlio, che si è accasciato al suolo, senza vita. E' accaduto mercoledì mattina, tra le 11,30 e le 12. 
A sentire le urla è stata una vicina di casa, che ha dato l'allarme. Sono intervenuti i soccorsi e i carabinieri della compagnia di Acqui. Per Diego non c'era più nulla da fare.
I militari hanno condotto il padre in caserma. Lui non ha opposto alcuna resistenza. Era scosso, ma ha cercato di rispondere alle domande dell'autorità giudiziaria e degli investigatori che, al termine dell'interrogatorio, lo hanno messo agli arreti. 


Dramma questa mattina, mercoledì, a Rivalta Bormida dove verso le 11,30, in via Don Garbarino, un uomo di 68 anni, Luciano Assandri, ha esploso un colpo di pistola verso il figlio Diego, 39 anni,uccidendolo.
Secondo le prime sommarie informazioni trapelate dalle indagini, condotte dall'arma dei Carabinieri, tra i due sarebbe scoppiato un litigio, al termine del quale il padre ha impugnato la pistola e l'ha rivolta verso il figlio. Alla base del dissidio ci sarebbero le continue richieste di soldi del trentanovenne, già noto alle forze dell'ordine.
Dopo aver sparato, il sessantottenne avrebbe chiamato la vicina di casa la quale ha prontamente avvisato i carabinieri che sono intervenuti sul posto.
(foto di repertorio)
17/04/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
-->