Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Ridotta in schiavitù, a giudizio il marito e i suoceri

Inizierà il 4 dicembre, in corte d'Assise, il processo ad un uomo e suoi genitori per riduzione in schiavitù. La giovane moglie, insultata e privata della sua libertà, era costretta a lavorare per tutta la famiglia
ALESSANDRIA – Lei giovane sposa, appena ventunenne, insultata e percossa, costretta a fare mestieri di casa per il marito e i genitori di lui. Un supplizio durato due anni che hanno fiaccato la personalità della donna, fino al punto di farle perdere quasi l'uso della parola.
Per averla privata di fatto della sua libertà saranno chiamati a rispondere del reato di riduzione in schiavitù Mustafha Sadiqui, cittadino di origini marocchine ma residente ad Alessandria e i suoi genitori Jad Fatna e Abcennabi Sadiqui. Il processo si aprirà il prossimo 4 dicembre, davanti alla corte d'Assise di Alessandria, competente per il tipo di reato.

Secondo l'accusa, la giovane donna ha subito parole pesanti, che feriscono l'anima e la fiaccano: “asino parlante... le mucche sono meglio di te.. non servi a nulla”. Lei, prostata, ascoltava e “obbediva”. C'erano anche le botte, se non avesse obbedito, se non avesse accettato di fare i mestieri in casa, cucinare e lavare per il marito, i suoceri e i familiari che frequentavano la casa. Le era vietato uscire o avere contatti con altre persone.
Secondo il marito non era in grado di darle un figlio e, forse, per questo non era degna di rispetto.
Soprusi subiti per circa due anni, fino a quando la donna non è entrata nella rete di assistenza di un centro antiviolenza,che le hanno dato protezione. Poco per volta, con l'aiuto di assistenti, è riuscita a liberasi da quell'incubo ed ora vive in una comunità protetta. Il marito e i suoceri dovranno ora comparire davanti al tribunale . La donna si è costituita parte civile con l'avvocato Alessandro Suffia
24/10/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
-->