Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Arrestato per stalking nei confronti della moglie

I carabinieri hanno arrestato un tortonese in flagranza di stalknig alla moglie, da cui è in via di separazione: ripetute molestie e spaventi, diverse denunce, fino all'epilogo
TORTONA - Un uomo è stato arrestato in flagranza per stalking nei confronti della moglie, da cui si stava separando. I carabinieri della compagnia di Tortona, diretta dal comandante Roberto Ghiorzi, domenica sera hanno individuato un 35enne tortonese di origine rumena, I.V., 35 anni, di professione operaio, mentre si trovata appostato sotto casa della moglie, in una delle frequenti occasioni di persecuzioni messe in atto in questo periodo. Diverse le denunce che erano state sporte dalla moglie, anch'essa 35enne, operaia, di origine rumena, dapprima per maltrattamenti in famiglia, quindi per molestie e in ultimo per stalking, a causa di rapporti ormai compromessi irrimediabilmente dopo anni di incomprensioni e violenze.

Le cause dei dissidi sono da ricercarsi nel vizio del gioco, contratto dall'uomo attraverso le slot machine, tale per cui la moglie, attenta alla famiglia e ai figli, aveva cercato di prendere le distanze. Inoltre il comportamento del marito si era fatto sempre più violento, fino alla decisione della donna di sporgere denuncia ai carabinieri e allontanarsi spontaneamente dalla casa coniugale, ottenendo aiuto dal centro antiviolenza “Medea” di Alessandria.

Tra le varie molestie messe in atto dall'uomo, approfittando della fragile situazione psicologica di ansie e paure generata nella moglie, la scena più volte ripetuta: lui si nascondeva nel bagagliaio della vettura della donna aspettandola all’uscita dal lavoro per spalancare di colpo il portellone comparendole di fronte e spaventandola a morte. I carabinieri hanno seguito questa pista: l'altra notte, l’uomo, a bordo della sua macchina, riuscito a scovare il nuovo indirizzo della moglie, si era appostato sotto casa e ha incominciato a chiamarla al telefono minacciandola ripetutamente.

I carabinieri hanno colto con il telefono in mano e scorrendo le chiamate ne hanno viste oltre cento al giorno indirizzate alla moglie. Nel bagagliaio sono stati rinvenuti un cutter e mazzette da muratore, per cui l’uomo è stato arrestato in flagranza di reato e tradotto in carcere ad Alessandria: il tribunale ha convalidato l'arresto, ma concedendo la libertà con la misura cautelare dell'allonatanamento dall'abitazione e dai luoghi di lavoro della vittima. In caso di violazione sarà passibile di immediato arresto.

 

 

 

 

 
12/06/2014
Stefano Brocchetti - redazione@tortonaonline.net
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
-->