Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Al via il corso di formazione per volontari diocesani

Dal 1° aprile il corso gratuito in due differenti fasi: una consistente in lezioni teoriche nei locali del Museo Diocesano di Tortona e una itinerante con lezioni dislocate sul territorio della Diocesi Tortonese, dell’Arcidiocesi di Torino e di altre diocesi piemontesi
TORTONA – Inizia il 1° aprile il nuovo Corso di Formazione per Volontari Diocesani 2016. Risale al 2011 l’inizio della collaborazione dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Tortona con i volontari della Società Italiana per la Protezione dei Beni Culturali Delegazione del Tortonese. L’Ufficio Beni Culturali si occupa da sempre della valorizzazione e della tutela del patrimonio artistico diocesano.

Anche quest’anno il corso di formazione si rivolge non solo ai volontari diocesani già iscritti al Sipbc, ma a tutti coloro che vorranno partecipare al progetto.  Nel 2016 l’obiettivo è quello di fare conoscere e tenere aperte alcune realtà presenti sul territorio della Diocesi di Tortona caratterizzate dalla presenza di beni culturali di rilevante interesse artistico e facenti parte del progetto Città e Cattedrali. Questi beni si inseriscono all’interno di interessanti percorsi interdiocesani, che andranno ad arricchire la proposta formativa. Il corso di quest’anno sarà articolato in due differenti fasi: una consistente in lezioni teoriche nei locali del Museo Diocesano di Tortona e una itinerante con lezioni dislocate sul territorio della Diocesi Tortonese, dell’Arcidiocesi di Torino e di altre diocesi piemontesi ai fini di fornire ai volontari, attraverso il confronto, migliori strumenti di guida e accoglienza per pellegrini e turisti.

Il corso è completamente gratuito e aperto a chiunque voglia diventare un volontario per i Beni Culturali della Diocesi di Tortona iscrivendosi al Sipbc o ad una delle differenti associazioni di volontariato culturale attive in Diocesi. A termine corso verrà rilasciato un attestato.
Per Informazioni: Ufficio Beni Culturali tel. 0131.816609/11 e-mail: beniculturali@diocesitortona.it

Questo il programma:
Venerdì 1 aprile, ore 21 Presso la sala conferenze del Museo Diocesano di Tortona
Saluti del Vescovo S. E. Mons. Vittorio Viola
Dott.ssa Lelia Rozzo (Ufficio Beni Culturali Diocesi di Tortona)
Presentazione del Corso per i Volontari 2016
Dott. Fausto Miotti e Dott.ssa Paola Denegri (Comitato Amici dell’Abbazia di Rivalta Scrivia)
Dalle chiese scomparse di Tortona al Museo Diocesano
Questo primo incontro è finalizzato ad una maggiore conoscenza della storia della Diocesi di Tortona e del suo passato, in particolare con riferimento a quelle chiese che non esistono più, in quanto soppresse o distrutte, ma di cui si ha memoria attraverso alcune opere presenti nel Museo Diocesano (es: La chiesa di San Simone, l’Oratorio del Crocifisso, l’oratorio della Misericordia ...ecc.)

Venerdì 15 aprile, ore 21 Presso la sala conferenze del Museo Diocesano di Tortona
Presso la sala conferenze del Museo Diocesano di Tortona
Dott.ssa Valeria Moratti
La sacra rappresentazione dei compianti in Piemonte
Il secondo incontro sarà volto ad approfondire il soggetto del “Compianto”. Partendo dal gruppo scultoreo conservato presso il Museo Diocesano di Tortona, saranno analizzati altri esempi di manufatti presenti sul territorio piemontese. In particolare verranno presi in esame altri significati compianti in terracotta inseriti nei percorsi di Città e Cattedrali del quadrante Sud Est, di cui fa parte la nostra Diocesi.

Venerdì 6 maggio, ore 21 Presso la sala conferenze del Museo Diocesano di Tortona
Prof. Cetta
Le confraternite committenti di opere d’arte
Il terzo incontro sarà incentrato sulle confraternite presenti sul territorio diocesano, molte delle quali custodiscono preziose opere d’arte commissionate direttamente dagli stessi confratelli. Sarà questa l’occasione per conoscere meglio una realtà spesso secondaria, ma di primaria importanza per un discorso di valorizzazione in rete dei beni culturali ecclesiastici.

Il quarto incontro sarà il 15 maggio e vedrà i volontari iscritti al corso andare in trasferta sul territorio Piemontese. Infatti, questa sarà una lezione itinerante a Guarene e Alba dove si trovano opere di pittori come Moncalvo e Macrino d’Alba presenti anche nella Diocesi di Tortona, sarà inoltre l’occasione per conoscere una differente realtà confraternale, per un confronto diretto con quelle analizzate sul territorio diocesano tortonese. L’itinerario nasce in occasione dei recenti studi che coinvolgono la confraternita della SS. Annunziata, approfondisce il ruolo dei Roero (conti e vescovi) quali committenti d’eccellenza tra Guarene e Alba e le figure di alcuni rilevanti artisti tra cui Macrino d’Alba e Guglielmo Caccia detto il Moncalvo.

Il quinto incontro sarà il 12 giugno, anche questa sarà una lezione itinerante, rivolta agli iscritti, con meta a Cuneo, Boves e Beinette. L’itinerario è incentrato sulla città di Cuneo, con un approfondimento sulle emergenze architettoniche religiose, a partire dal Museo Diocesano di San Sebastiano, per proseguire con un’apertura sul territorio per la scoperta dei cicli di affreschi Quattro e Cinquecenteschi della Madonna dei Boschi di Boves e della Pieve di Beinette. Sarà occasione di confronto con la realtà Museale cuneese e soprattutto con la loro realtà di volontariato. Inoltre potrà esserci un confronto con i cicli di affreschi oggetto del precedente corso di formazione seguito dai volontari tortonesi nel 2013.

Il sesto incontro sarà l’11 settembre, anche questa sarà una lezione itinerante, rivolta agli iscritti, con meta a Bra, Casanova e Cavallermaggiore “Terre dei Savoia”. L’itinerario affronta il tema del barocco piemontese, delle committenze sabaude e del ruolo delle confraternite. Il collegamento con la nostra realtà diocesana qui sarà nuovamente il ruolo delle confraternite come mecenati d’artisti e darà la possibilità ai volontari di conoscere l’arte barocca piemontese attraverso alcuni significati esempi.

Il settimo incontro si terrà il 17 settembre, presso la Basilica della Maddalena di Novi Ligure, inserita nel progetto Città e Cattedrali negli itinerari sui compianti ed amministrata da una Confraternita. Qui sarà possibile vedere come i confratelli, grandi mecenati d’arte, hanno saputo fare realizzare all’interno della piccola chiesa di Novi Ligure, un prezioso monte Calvario con la rappresentazione della Crocifissione e del Compianto su Cristo morto.

L’ottavo incontro si terrà il 9 ottobre, a Serravalle Scrivia, dove saranno presi in esame due piccoli oratori, quello dei Bianchi e quello dei Rossi, amministrati da confraternite. L’oratorio dei Bianchi è inserito nel progetto Città e Cattedrali nell’itinerario sui compianti in Basso Piemonte, in quanto custodisce al suo interno un interessante compianto in legno. Saranno i volontari operanti in loco a relazionare sulla loro realtà e a riportarci le loro esperienze come volontari.
31/03/2016
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Arti tra le mani
Arti tra le mani
Chaves legge Dante
Chaves legge Dante
L'ultimo video di Andrea
L'ultimo video di Andrea
Incendio a Mandrogne
Incendio a Mandrogne
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 735: il giro dei colli di Conzano
Sentiero 735: il giro dei colli di Conzano
-->