Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Tortona è una "città che legge"

Tortona ha ottenuto la qualifica di “Città che legge”, partecipando al bando promosso a fine 2016 dal Centro per il libro e la lettura, Istituto Autonomo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, d’intesa con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI). Un riconoscimento istituito ed assegnato ai Comuni che favoriscono la promozione della lettura e la divulgazione dei libri
TORTONA - Tortona ha ottenuto la qualifica di “Città che legge”, partecipando al bando promosso a fine 2016 dal Centro per il libro e la lettura, Istituto Autonomo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, d’intesa con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI).
Si tratta di un riconoscimento recentemente istituito ed assegnato ai Comuni che favoriscono la promozione della lettura e la divulgazione dei libri, attraverso biblioteche e librerie, ma anche realizzando progetti ed iniziative che coinvolgono la cittadinanza e le scuole e vedono la partecipazione di tanti giovani studenti.
L’obiettivo del Cepell è quello di sostenere sempre più la crescita socio-culturale dei cittadini, attraverso la condivisione di progetti di promozione della lettura, da idearsi in sinergia e con il coinvolgimento delle Istituzioni e dei territori.
A tal proposito la Città di Tortona ha partecipato all’incontro del 21 maggio al Salone del Libro di Torino, dove si è parlato del progetto e, in particolare, del Patto locale per la lettura che prevede una stabile collaborazione tra enti pubblici, istituzioni scolastiche e soggetti privati per realizzare pratiche condivise di promozione alla lettura. L’inserimento in elenco consentirà inoltre di partecipare ai prossimi Bandi che il Cepell intende lanciare per attribuire finanziamenti e incentivi che premino i progetti più meritevoli a sostenere la promozione della cultura del libro.
Al Salone del Libro è stato anche presentato il logo appositamente ideato per tutte le iniziative di promozione della lettura, che potrà essere utilizzato dai Comuni che compongono la rete delle Città che leggono.
Tutto il progetto nasce da una politica culturale che parte innanzitutto dalla consapevolezze di un nuovo modo di pensare al territorio, alla città e ai rapporti che intercorrono tra gli individui.
Tortona è stata selezionata con una ventina di altre città piemontesi tra 520 località italiane che avevano presentato la propria candidatura.
“Sono lieta che la Città di Tortona abbia conseguito questo prestigioso riconoscimento, ha dichiarato l’Assessore alla Cultura del Comune di Tortona Marcella Graziano, che premia l’impegno e il lavoro svolto con grande professionalità e passione in ambito culturale. Ci impegneremo a proseguire e a promuovere nuove iniziative e progetti a sostegno della lettura”.
Il primo appuntamento di “Tortona Città che legge” sarà il prossimo 17 giugno dalle ore 17, in Piazza del Duomo, in collaborazione con “Tortona Città della Musica e in collegamento con le Invasioni Musicali del giorno successivo, 18 giugno.
25/05/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
-->