Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia

Confindustria e Ance, "necessario correggere la legge sugli appalti"

Anche Confindustria e Ance, associazione costruttori edili, chiedono al Parlamento di rivedere la legge sui pubblici appalti mantenendo la possibilità, nel settore delle concessioni autostradali, dell'affido diretto. Lunedì prossimo, 3 agosto, è convocato un tavolo in Prefettura
PROVINCIA - Dopo i sindacati, anche Confindustria e Ance, associazione nazionale costruttori edili, prendono posizione sulla legge per gli appalti pubblici, in discussione alla Camera. 
L’attuale legislazione sui lavori pubblici, prevede che i concessionari autostradali affidino a terzi, attraverso procedure ad evidenza pubblica, il 60% dei lavori. Il restante 40% può essere affidato ad imprese controllate, a condizioni di mercato, approvate dal ministero concedente.
Il testi di legge delega approvato al Senato, ora all’esame della Camera, prevede la totale soppressione della possibilità di affidamento diretto a imprese collegate alla Concessionaria. "Imprese - sottolineano gli industriali alessandrini - che con la loro esperienza e professionalità hanno fin qui garantito, e sono in grado di garantire in futuro, quell’efficienza e quella percorribilità che ogni utente si attende nel momento in cui si appresta a utilizzare un’infrastruttura autostradale".
"Nelle dinamiche operative della Concessionaria molto spesso il ricorso all’impresa del gruppo è l’unico strumento a disposizione per poter intervenire con tempi, costi certi e garanzia di risultato, a favore della sicurezza e della fluidità della circolazione".
Ora, secondo Confindustria, "Privarsi oggi della facoltà di ricorrere all’affidamento diretto, oltre a mettere a rischio l’esistenza stessa di aziende di primaria importanza nella manutenzione stradale con la conseguente drammatica ricaduta occupazionale, rallenterebbe in modo considerevole gli investimenti del settore."
In questi anni lo strumento Concessorio, oltre a reperire quelle risorse aggiuntive che lo Stato "non è stato in grado di mobilitare diversamente, ha contribuito a mantenere livelli occupazionali accettabili sia nelle proprie imprese sia in quelli dei subappaltatori e del conseguente indotto. Soprattutto quello nella nostra provincia".
"Per continuare proficuamente la cooperazione tra pubblico e privato finanziando, costruendo e gestendo le infrastrutture stradali, è indispensabile garantire anche una capacità operativa che si deve poter esprimere con tempi di intervento, capacità professionali e conoscenze dei luoghi: queste competenze si sono radicate e accresciute, nel corso degli anni, nelle imprese che operano infragruppo per le concessionarie.
L'attuale facoltà delle società concessionarie di effettuare affidamenti infragruppo non deve venire considerato un elemento lesivo della concorrenza ma bensì uno degli strumenti immediatamente utili ed efficaci per la ripresa del Paese.
Alla luce di queste considerazioni, concude Confindustria, e delle pesanti ricadute territoriali che la citata norma, se definitivamente approvata, potrebbe presto recare, le associazioni datoriali  interessate – Ance Alessandria e Confindustria Alessandria –  "auspicano l'introduzione dei necessari correttivi che, accanto alle utili politiche di garanzia della concorrenza, consentano un'equilibrata e graduale applicazione".
Sullo stesso tema, i sindacati stanno chiedendo l'estensione della clausola sociale anche agli addetti delle ditte dimanutenzione, oggi in affido diretto. Lo scorso giovedì era stato proclamato uno sciopero e indetta una manifestazione che ha visto coinvolti circa 800 persone. A seguito della manifestazione, il prefetto Romilda Tafuri ha convocato per lunedì prossimo, 3 agosto, un tavolo in prefettura alla presenza dei sindacati e dei parlamentari del territorio. 
28/07/2015
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Pattinaggio artistico Aurora
Pattinaggio artistico Aurora
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
-->