Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Dopo Amiu anche Atm verso la privatizzazione

Una atto d'indirizzo della giunta Rossa ha approvato la cessione del 46% delle quote detenute dal Comune in Atm, l'Azienda di trasporto pubblico locale. Il problema che accomuna un po tutte le partecipate è la mancanza di liquidità. Così dopo Amiu, anche Atm si avvia alla strada del privato, con bando di gara europeo
 ALESSANDRIA - Se la burrasca nei giorni scorsi era scoppiata per Amiu, chissà domani cosa succederà in Atm. Se il fermento di sindacati e lavoratori in queste settimane è stato per il bando di gara ( che dovrebbe essere pubblicato a breve, proprio in questi giorni) per la vendita a privati dell’azienda di raccolta rifiuti, Amiu, una sorte in parte simile potrebbe toccare anche all’azienda partecipata del Comune di trasporto pubblico locale. Una delibera d’indirizzo della giunta Rossa dà l’ok alla cessione di una parte delle quote di capitale sociale oggi in mano a Palazzo Rosso: 46,05% del capitale passerebbe in mano ai privati, attraverso un bando di gara europea. Oggi il Comune detiene il 94,54% delle quote, ma è la crisi a farsi sentire.

Nell’atto di indirizzo politico-amministrativo si legge infatti che il nuovo Consiglio di amministrazione dell’Atm dovrà mettere mano ad un nuovo piano aziendale, che tenga conto delle riduzioni di spesa previste dal bilancio stabilmente riequilibrato 2012-2014: insomma un piano – come si legge sul documento – finalizzato all’aumento della produttività, nonché alla riduzione dei costi a carico dell’utenza finale e del bilancio della Città di Alessandria. Il nuovo piano dovrà essere presentato entro il 20 aprile, ma con ogni probabilità per entrare nel dettaglio della delibera si terrà prima un incontro tra vertici aziendali e amministrazione comunale.
Il “tallone d’Achille” di quasi tutte le partecipate alessandrina è la mancanza di liquidità, non certo agevolata dalla condizione economico-finanziaria del Comune. Quello che viene chiesto è “un atto d’impulso per la ridefinizione dell’assetto istituzionale dell’azienda” che si concretizza proprio con la cessione di una parte delle quote di proprietà pubblica: il tutto con l’obiettivo e nel tentativo, di un riequilibrio che duri nel tempo.

Nel triennio 2009/2011 l’indebitamento dell’azienda è salito da 25 milioni (2009) a 29 milioni 700 mila euro.Ma nel contempo sono cresciuti anche i crediti che Atm vanta da Comune e da Regione, che sono i suoi principali clienti, passati dai 17 milioni 800 mila euro ai 21 milioni 700 mila euro. 
Con la crisi del Comune, il ritardo nei pagamenti della Regione era “improcrastinabile” un programma di azioni teso alla ristrutturazione della Società. Programma che è in parte iniziato sotto la guida dell’amministrazione Rossa: una nuova fase di relazioni sindacali, la produzione in economia del servizio di segnaletica stradale , l’interruzione delle agevolazioni tariffarie.
A restare sotto la guida dell’azienda, e del suo neo eletto presidente Gianfranco Cermelli, sono il servizio trasporto alunni, il trasporto pubblico locale, il trasporto disabili e ora anche il servizio di sosta a pagamento (non solo i parcheggi, già tesoro dell’Atm, ma da oggi anche le somme delle zone a tariffazione, come le strisce blu).

Intanto Palazzo Rosso inizia a dare respiro all’azienda imputando le somme dovute per l’anno 2012, pari a quasi 3 milioni di euro, per i singoli interventi all’interno dell’ipotesi di bilancio riequilibrato per l’anno appena trascorso: prestazioni inerenti servizi sociali, per gli ausiliari del traffico, per acquisto e manutenzione segnaletica verticale e orizzontale e per agevolazioni tariffarie su diverse tipologie di abbonamento.
4/04/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
-->