Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Sono i rifiuti di Genova a salvare Aral, "senza esaurire la discarica di Solero"

La commissione Bilancio ha ascoltato il presidente di Aral, Fulvio Delucchi: come sta l'azienda oggi e come "starà domani". Le maggiori preoccupazioni sono sul "precoce esaurimento" della discarica di Solero, "stressata" dai rifiuti proveniente da fuori provincia. Delucchi: "i rifiuti presi da Genova non finiscono lì"
 ALESSANDRIA - Il “buco nero” di Aral sull'anno 2014 sembra oggi acqua passata. “L'azienda ha un utile di quasi due milioni” ha spiegato il presidente Fulvio Delucchi alla commissione consiliare Bilancio. Un milione 240 mila euro a cui vanno aggiunti 750 mila euro di accantonamenti per le banche. “Significa che iniziamo a pagare qualche debito, cercando di lasciare in picoola parte soddisfatti i creditori”. Un fatturato di oltre 3 milioni dai comuni consorziati, 5 milioni 670 mila euro dal pubblico, come Srt di Novi Ligure e altri 2 milioni dai privati puri.

Tra gli interventi messi in piedi dalla nuova gestione (nuovo CdA) di Aral per riequilibrare il bilancio e portarlo in utile c'è sicuramente l'accordo con la regione Liguria (dopo le problematiche sulla propria discarica): da Genova arrivano rifiuti indifferenziati. Con grossi ricavi e introiti per Aral. Ed è su questo punto che si accendo i riflettori: tutti questi rifiuti che arrivano da Genova – e che aiutano le casse di Aral – vanno a finire in discarica, “stressando” oltremisura quella di Solero?
“No” per il presidente Delucchi che spiega come in realtà al massimo uno dei 5 camion giornalieri che vanno in discarica trasporta rifiuti dalla Liguria. “E forse nemmeno quello”.
Nella discarica di Solero vanno a finire i rifiuti del nostro territorio, un totale di 40 mila tonnellate, circa 120 tonnellate al giorno provenienti dai comuni consorziati. Buona parte dei rifiuti che arrivano da Genova ( e in generale da fuori) finiscono invece a Grosso Canavese e all'impianto di Parona, nel pavese. “Quindi nessun esaurimento anticipato della discarica per colpa dei rifiuti altrui. Anzi oggi abbiamo davanti ancora un tre anni prima di esaurirla, che diventano sette se si farà l'ampliamento di cui si parla da diverso tempo”.

Un'azienda quindi “in grado di produrre ricchezza” come l'ha definita l'ex sindaco Piercarlo Fabbio, che ha parlato di un deficit di esercizio (per un anno) e non strutturale. “Finalmente abbiamo accantonato anche l'utopia che Aral si potesse gestire in house – ha proseguito Fabbio – E che si possa mantenere sul mercato grazie anche all'intervento di privati. Questo è elemento di soddisfazione”. Addirittura propone di chiedere uno studio che esamini le relazioni industriali possibili che si verrebbero a creare tra Aral e Amag, sulla scia di quella che è la delibera del Consiglio comunale. “Alessandria oggi detiene il 94,3% delle quote ( e i piccoli comuni consorziati il 5,70%) e passerà invece ad un 93,50% Alessandria e ad un 6,50% per i comuni minori. Di questo 93%, il51% dovrebbe essere ceduto ad Amag e il restante 42% circa delle quote dovrebbero venire alienate ad un privato”. Una ricerca quindi di un partner, che potrebbe essere uno dei grandi colossi, come Iren al quale il comune di Alessandria strizza l'occhio da tempo, ma che vede spuntare oggi anche un'altra ipotesi, ovvero A2A Ambiente il cui presidente – Fulvio Roncari – sembra aver già avuto un colloquio con il primo cittadino Rita Rossa.
12/11/2015
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
-->