Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ginnastica artistica

Dopo gli addii di Rocca e Carofiglio parte in salita la stagione della Forza e Virtù

L’uscita di scena delle sue stelle Arianna Rocca e Desiré Carofiglio ha messo le bianconere nella condizione di inseguire parecchi team e di considerare chiuso un ciclo terminato l’anno passato col secondo posto assoluto in classifica generale
AREZZO - Sarà una stagione difficile, breve, intensa ma non ci si crogiolerà sugli allori. Alla Forza & Virtù già si sapeva che il campionato di ginnastica artistica femminile di serie A destinato alle formazione a squadre non sarebbe stato semplice. Il 14° posto ottenuto nella tappa di esordio ad Arezzo ha confermato i pronostici. L’uscita di scena delle sue stelle Arianna Rocca (ritiratasi) e Desiré Carofiglio (finita a sorpresa alla Ginnastica Torino) ha messo le bianconere nella condizione di inseguire parecchi team e di considerare chiuso un ciclo terminato l’anno passato col secondo posto assoluto in classifica generale, un risultato che rimarrà nella piccola grande storia del sodalizio.

Arezzo ha ribadito che quest’anno l’obbiettivo della squadra è cercare di rimanere in serie A ma la massima serie del prossimo anno appare irraggiungibile. La riforma dei campionati di ginnastica prevede che dalla prossima stagione la serie A sia divisa in A1 e A2, come una volta: rimangono in A1 i primi 8 club classificati di questa edizione, in A2 gli altri 8 e in serie B i 16 club rimanenti. Se il campionato si chiudesse ad Arezzo, la F&V sarebbe in A2, un campionato da cui ricostruire una nuova generazione e un nuovo ciclo anche se non sarà facile perché in una società con un bacino di potenziali atleti così piccolo, riuscire per due generazioni consecutive a trovare ginnaste di alto livello è quasi un’impresa.

I novesi, però, ci proveranno e lo faranno alla loro maniera, come sabato 3, quando qualche errore di troppo ha relegato la squadra al 14° posto, un piazzamento migliorabile già nella tappa di Milano dei primi di maggio a condizione però che venga messa da parte l’imprecisione che si è rivelata fatale in alcuni passaggi alla trave, al corpo libero e per qualche atleta anche alle parallele. Insomma, anche alla luce delle prove delle altre ginnaste degli altri club, le virtussine possono ambire a un decimo posto finale ma se piazzassero collettivamente due giornate perfette a ogni attrezzo, la permanenza in serie A1 il prossimo anno non sarebbe impossibile. Spetterà ora a Marta ed Emma Novello, Valentina Massone, Giulia Gemme, Carlotta Necchi e alla piccola Lara Alberti (11 anni appena, arriva dall’Auxilium Genova ed è una potenziale campionessa) insieme a Irina Adouchkina e Silvia Giraudi, dimostrare che qualche volta i sgoni possono diventare realtà.
4/03/2018
Maurizio Iappini - sport@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
-->