Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Abusi edilizi intorno alla Cittadella: "Sel... pensaci ancora tu!"

Ad affermare ironicamente l'intervento del gruppo consigliare di maggioranza è il Movimento 5 Stelle di Alessandria. La materia riguarda "gli abusi edilizi attorno all'area della storica fortezza alessandrina"
 ALESSANDRIA - "Da un comunicato stampa diffuso di recente ai media locali, noi del Movimento 5 Stelle, così come ogni altro alessandrino che lo abbia letto, abbiamo appreso di dover essere grati a Sinistra Ecologia e Libertà per averci restituito 'il parco pubblico urbano'”. Si sta parlando dell’area contigua alla Cittadella, compresa fra i due distributori di benzina e lo spazio asservito al centro commerciale Self, che era stata abusivamente ricoperta di bitume ed asfaltata dalla proprietà.

Questo “tempestivo” intervento ha dunque ripristinato la legalità. A ringraziare ironicamente il gruppo politico di maggioranza è il Moviemento 5 Stelle di Alessandria. "Certamente, anche voi di Sel avete dovuto penare non poco...la vostra interpellanza presentata nel 2014 è stata accolta solo un anno dopo. Ritenetevi però fortunati, al Movimento 5 Stelle è andata decisamente peggio!".
"Già nel novembre del 2012, a pochi mesi dal nostro ingresso in Consiglio Comunale, abbiamo segnalato la pericolosa espansione della zona commerciale a ridosso della Cittadella. Zona commerciale che, grazie ai soldi del Pisu, avrebbe ottenuto la realizzazione di parcheggi di ampie dimensioni sulle zone denominate 'spalti'”.

Chissà se la nuova normativa di tutela della zona circostante la Cittadella, approvata da questa Amministrazione, non è anche il risultato di una costante “pressione” proveniente dalle associazioni in difesa della Cittadella e dal M5S che, da sempre, si propone di tutelare la fortezza e di combattere gli interventi inutili e dannosi inseriti nel Pisu. Così hanno proseguito i rappresentanti 5 Stelle. "A differenza di quell’opposizione che, per apparire nuova agli occhi degli elettori, si sveglia solo ora e per scagliarsi contro il Pisu, avendo sostenuto la maggioranza che lo aveva fortemente voluto realizzare così com’era stato partorito dai suoi predecessori".

"Chissà se i quattro esposti presentati, a partire dall'agosto 2013, dal Movimento 5 Stelle a Demanio e Soprintendenza, oppure gli Ordini del Giorno depositati in Regione dai nostri consiglieri, hanno fatto, in qualche modo, nascere alcuni dubbi alla giunta. Quella stessa giunta che aveva proseguito dritta per la sua strada, impassibile, anche dopo la nostra mozione di miglioramento dei progetti suddetti, risalente al giugno del 2013, in cui chiedevamo una verifica della superficie utilizzata per il nuovo insediamento commerciale a ridosso degli spalti, rispetto alla concessione edilizia ottenuta”.
L'abuso, accertato dalla Polizia Municipale venne prontamente recepito dalla dirigenza dell'Ufficio tecnico comunale, "che si premurò di proporre alla proprietà aziendale una sanatoria previa corresponsione dell'oblazione e assoggettamento a servitù di uso pubblico del parcheggio”.

"Gli alessandrini, fra i quali anche noi del M5S, non possono oggi che attendersi da Sel un nuovo scatto di orgoglio, in nome dell’ecologismo: impedire la realizzazione di quello che resta del parcheggio per i pullman sulla strada che conduce alla Porta di Soccorso della Cittadella, dietro il Self".
Un’opera inutile, quanto dannosa per l'ambiente, che prevede l’abbattimento di alberi, l’installazione di lampioni e l’allargamento dell’attuale strada, con conseguente consumo di suolo e parziale distruzione del sistema di drenaggio delle acque della Cittadella. È evidente che quel parcheggio non serve alla fortezza; così come è evidente che non è necessario creare una pista ciclabile che andrà a ricoprire e deturpare con “impasti di resina” una strada settecentesca che conduce ad un ingresso secondario attualmente inagibile. Tanto meno saranno utili alla Cittadella le tante, troppe, rotonde previste nel Pisu.

"Alessandria rischia di essere ricordata, dalla moltitudine di turisti diretti a Expo previsti in visita da noi, per la “fiorente” realizzazione di rotonde, tanto care all’Ingegnere capo del nostro Comune. A meno che SEL non intervenga, ancora una volta, con tempestività e lungimiranza".
16/06/2015
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
-->