Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
San Sebastiano Curone

Comunità montana si scioglie, dieci comuni della val Curone si regoleranno autonomamente

La comunità montana Terre del Giarolo si separa: d aun lato dieci comuni della val Curone stipuleranno convenzione, gli altri centri formeranno una nuova unione di comuni
SAN SEBASTIANO CURONE - La comunità montana Terre del Giarolo si separa. Non in due unioni di comuni però. Buona parte dei centri della val Curone hanno scelto la via delle convenzioni, per cui l'ente montano cesserà di esistere e si avrà probabilmente una nuova unione di comuni montani comprendente la val Borbera e qualche comune dalle valli torotnesi, mentre dieci centri della val Curone regoleranno i servizi associati mediante convenzione,  alla luce delle disposizioni di legge che prevedono entro il 31 dicembre lo scioglimento delle comunità montane con  l'impegno ai comuni di unire le funzioni fondamentali fino ad arrivare ad assommare un minimo di 3000 abitanti. Brignano Frascata, Casasco, Cerreto Grue, Fabbrica Curone, Gremiasco, Momperone, Montemarzino, Montacuto e Pozzol Groppo, insieme ai comuni di pianura Casalnoceto e Isola Sant'Antonio lavoreranno in convenzione. Come si vede, la quasi totalità della vallata più grande del tortonese, senza però il suo capoluogo: San Sebastiano Curone, insieme a Dernice e Monleale ha invece optato per aderire all'unione con la val Borbera, Garbagna, Avolasca e gli altri centri della Valle Ossona, cioè Costa Vescovato e Castellania: ancora in stand by Berzano e Volpeglino, che potrebbero anche scegliere di avvicinarsi all'unione collinare che fa capitale a Viguzzolo, per ragioni di contiguità territoriale. Tutti i Comuni entro il 27 dicembre dovranno deliberare la messa in compartecipazione di almeno tre servizi, per ora quelli assistenziali già svolti mediante il consorzio Cisa, la protezione civile che si ritrova nel Com, e il catasto, in attesa di ulteriori condivisioni. Per definire la chiusura della comunità montana Terre del Giarolo da gennaio arriverà un commissario il quale stabilità la destinazione degli oneri dei dipendenti e dei mutui, che verranno accollati ai singoli comuni, così come gli investimenti svolti, dall'impianto golf, al metanodotto, alle strutture turistiche in alta valle.

 

22/12/2012
Stefano Brocchetti - redazione@tortonaonline.net
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
-->