Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Terzo Valico

Controlli amianto, Cociv ricorre al Tar del Lazio

Controlli amianto, Cociv ricorre al Tar del Lazio per bloccare il "metodo Arpa" sul monitoraggio delle rocce da scavo. Si attende anche il parere del ministero dell'Ambiente
PROVINCIA – Questa volta è Cociv, consorzio di imprese nato per la realizzazione del Terzo Valico dei Giovi, a ricorrere al tribunale amministrativo del Lazio, competente sulle grandi opere. Cociv ha infatti impugnato l'atto di aggiornamento del Put, Piano di utilizzo delle terre da scavo, che recepiva le prescrizione di Arpa Piemonte e Liguria sulla metodologia da adottare per il campionamento da amianto.
La vicenda e la differente veduta tra Cociv e Arpa in materia era emersa durante il sopralluogo della commissione del Senato ad Alessandria, lo scorso 9 novembre. Il quella sede Arpa aveva ribadito quanto già depositato durante l'osservatorio ambientale qualche giorno prima, il 5 novembre, e cioè che la ricerca di eventuale roccia amiantifera va effettuata in maniera differente rispetto a quanto indicato dalla legge nazionale, la161 del 2012, adottata da Cociv. Questa prevede infatti che il materiale venga setacciato e che l'analisi venga effettuata solo sulla parte più “fine”. Secondo Arpa, però, il metodo può avere un margine di errore del 98%.
Si attende in questi giorni un parere del ministero dell'Ambiente e, nel frattempo, Cociv ha messo le mani avanti impugnando davanti al Tar la prescrizione Arpa, recepita nel Put.
In concreto, al momento, non cambia nulla. Sono infatti ripresi i lavori di scavo nel cantiere di Cravasco, nel genovese, fermi proprio per il ritrovamento di rocce contenenti amianto.
Sul fronte Piemontese gli scavi veri e propri alla galleria di valico non sono ancora iniziati. Si è lavorato solo nel cantiere di Voltaggio per la galleria di servizio, che sembra essere in via di ultimazione.
La notizia del ricorso da parte di Cociv è stata confermata da Arpa: “Cociv si è rivolto al Tar Lazio nei confronti di ministero dell’Ambiente, Regioni Piemonte e Liguria, Arpa Piemonte e Liguria contro l’aggiornamento del Put. Contesta anche la legittimità delle prescrizioni imposte per la caratterizzazione del materiale di scavo”
26/11/2015
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
-->