Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Cassulo presenta la sua squadra "Vogliamo cambiare le cose"

Battesimo sulla scalinata di piazza Castello per "Ovada viva". Il candidato sindaco. "Ci aspetta un lavoro gravoso. I temi? Ospedale, sicurezza e iniziative per i giovani"
 OVADA - C'è chi si era già candidato e chi è già stato anche consigliere. Chi, come Assunta Boccaccio, viene da cinque anni in minoranza con "Patto per Ovada". Dal consiglio che sta per scadere viene recuperato anche Emilio Braini, oramai ex del Movimento Cinque Stelle. E poi tanti volti che si affacciano alla politica amministrativa per la prima volta. Pier Sandro Cassulo ha presentato ieri la lista a sostegno della sua candidatura alla poltrona di primo cittadino. Per la location è stata scelta la scalinata di piazza Castello. La spiegazione l'ha fornita Angelo Priolo. "E' al centro del disastro che lascia quest'amministrazione: da un lato c'è lo Story Park, dall'altro l'ostello. Qui davanti l'ex fermata del tram, dietro di noi via Roma". "So che ho accettato un compito gravoso – ha spiegato l'ex sindaco di Capriata d'Orba, 69 anni – Ma credo anche ci sia la possibilità di cambiare le cose dopo molto tempo".

In lista con Cassulo ci sono Assunta Boccaccio (62 anni) insegnante, Emilio Braini (64) pensionato, Donato Cavanna (barista, gestore di locali), Riccardo dell'Imperio (19) studente, Fabio Forno (45) farmacista, Romano Giacchero (56) dirigente di azienda nel ramo della logistica, Andrea Grifoni (50) barista, Elena Grillo (45) impiegata, Federico Morchio (57) architetto, Monica Negrini (53) assicuratrice, Carmelo Presenti (65) pensionato, Paolo Priarone (43) avvocato, Angelo Priolo (54 anni) commerciante, Nicoletta Rispoli (48), ingegnere, Nadia Risso (51) titolare di autoscuola, Giuliana Triglia (51) casalinga. 

 "Sarà molto importante – ha proseguito Cassulo – il concetto di squadra. Non ci sarà troppa differenza tra assessori e consiglieri delegati anche per il lavoro da fare sarà tanto. I temi? L'ospedale, sicuramente: ho ascoltato la presentazione dell'ospedale di comunità, c'è il rischio che si trasformi in un autogol per una struttura che non ha ottenuto ciò che era previsto dopo il riconoscimento di ospedale di area disagiata. E poi la sicurezza, abbiamo diverse idee in merito. Nel programma che presenteremo a inizio maggio ci sono anche parecchie idee rivolte alla fascia più giovane della popolazione".

19/04/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
-->