Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Movimento 5 Stelle: "Sul Terzo Valico chiediamo una analisi costi-benefici"

Audizione in Commissione regionale trasporti di Iolanda Romano, commissario del Terzo Valico. Il M5s chiede "un serio studio sui costi e benefici dell'opera che ad oggi è limitato ad appena 19 pagine datate 2003 per un progetto da 6,2 miliardi di euro. Un soggetto indipendente sia incaricato di valutare l'utilità attuale del progetto"
PROVINCIA - L'unica analisi fatta è datata 2003: "19 pagine per un progetto da 6,2 miliardi di euro". Se ne è parlato in commissione regionale Trasporti dove il commissario per il Terzo Valico Jolanda Romano è stata ascoltata in audizione.
"Abbiamo chiesto un serio studio sui costi e benefici dell'opera che ad oggi è limitato ad appena 19 pagine datate 2003 per un progetto da 6,2 miliardi di euro. Pretendiamo che un soggetto terzo ed indipendente venga incaricato a valutare l'utilità attuale dell'intero progetto", dicono Paolo Mighetti e Fabrizio Gallo, consigliere regionale e consigliere comunale a Novi Ligure per il Movimento 5 Stelle. 

Romano si è giustificata in aula, secondo quanto riporta il M5S, "sostenendo che la sua struttura non può affidare incarichi, ma avvalersi solo dei funzionari ministeriali. Soluzione non praticabile, come può essere oggettivo il giudizio di un funzionario di un Ministero che ha dato il via libera all'intera opera?"
Eppure, il commissario avrebbe chiesto di affrontare una revisione completa del Progetto, come prevede il nuovo codice degli appalti (che non viene però applicato al Terzo Valico, essendo stato approvato e finanziato prima dell'entrata in vigore della legge). 

I Cinque Stelle chiedono invece "il blocco delle opere in attesa di attente valutazioni che vadano oltre la propaganda e la giustificazione forzata di un progetto già deciso a Roma e non concordato con chi vive tutti i giorni il territorio".

Si è parlato anche di commissariamento. Secondo Mighetti e Gallo "Sulle modalità di commissariamento del Cociv, Romano ha scaricato il barile sull'autorità anticorruzione (Anac) che starebbe analizzando la questione. Per noi invece è difficile immaginare un commissariamento di un consorzio privato, crediamo che l'unica soluzione sia la revoca immediata della convenzione con cui sono stati affidati i lavori".

Nota positiva: "l'introduzione, dopo le nostre segnalazioni fatte sul campo, di nuove valutazioni relative alla presenza di schiumogeni nelle terre di scavo da smaltire nei siti di deposito. Attendiamo quindi di visionare queste nuove procedure a tutela dell'ambiente per valutarne l'affidabilità e l'efficacia".
2/03/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
-->