Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Consiglio comunale, ecco come sarà

Solo oggi, mercoledì 28, si sapranno i dati ufficiali sulle preferenze e sulle attribuzioni di seggi. Secondo indiscrezioni e calcoli non confermati questi potrebbero essere i due scenari dei seggi in consiglio, a seconda di chi vincerà il ballottaggio
TORTONA - Dopo lo scrutinio e in attesa del ballottaggio, l'attenzione si concentra tutta sugli eletti in consiglio comunale. Le preferenze non sono ancora state ufficializzate. Ieri un lungo pomeriggio di lavoro per la commissione elettorale, solo nella giornata di oggi, mercoledì 28 ci sarà la comunicazione delle possibili composizioni del consiglio comunale e degli eletti. La legge maggioritaria crea infatti due scenari, in base a quale delle due coalizioni si aggiudicherà il ballottaggio che il prossimo 8 giugno vedrà protagonisti Gianluca Bardone del centrosinistra e Giuseppe Bottazzi del centrodestra, che hanno chiuso il primo turno separati da mille voti a favore del primo.

In attesa dei calcoli dei quozienti elettorali, ci si affida a ipotesi spannometriche e a indiscrezioni su chi sarebbero stati i più votati: innanzi tutto le certezze. Il consiglio comunale sarà ridotto a 16 membri, 10 a chi vince il ballottaggio, 6 a tutte le minoranze. Dato che non vi saranno apparentamenti, sulla base delle dichiarazioni ufficiali e comunque delle obiettive convenienze delle varie liste, tra i 6 posti di opposizione in ambo i casi ci saranno due seggi per il MoVimento Cinque Stelle, che ha chiuso superando il 13 per cento, uno dei quali sarà il candidato sindaco Danilo Bottiroli, mentre per il secondo occorrerà valutare le preferenze in cui sembra però ben messo Fabrizio Dellachà, e uno per Nuova Tortona, che ha fatto il sette per cento, e manderà in consiglio il candidato sindaco Fabio Morreale, mentre il più votato della lista è stato Enrico Marina. Sicura esclusa la lista Tortona in Comune del candidato sindaco Stefanella Ravazzi, che si è fermata all'1,7.

Gli altri tre posti andranno al principale partito della coalizione che perderà: se vincerà Bardone, spetteranno al centro destra con il candidato sindaco Giuseppe Bottazzi e i primi due eletti in Forza Italia, ovvero Luigi Bonetti e Giovanni Ferrari Cuniolo. Se vincerà Bottazzi, al centro sinistra con il candidato sindaco Gianluca Bardone e i primi due eletti del Partito Democratico, ovvero Claudio Scaglia e Marcella Graziano.

Per la distribuzione dei dieci posti di maggioranza, sette seggi dovrebbero andare al partito principale della coalizione vincente, Pd o Fi, e gli altri alle tre liste più votate, ciascuna con un seggio.

Se vincerà il centro sinistra, sette seggi al Pd, che ha conseguito il 24, 9 % , e i posti dovrebbero essere assegnati, nell'ordine, a Claudio Scaglia, Marcella Graziano, Carmelo Ciniglio, Marco Picchi, Gianni Castagnello, Antonello Santoro, Rosa Marino; gli altri tre, uno ciascuno, alle altre liste più votate in coalizione, cioè ai Moderati, che hanno fatto exploit inedito con un sorprendente 5 per cento pur non avendo personaggi già noti alla politica, e alle liste civiche Insieme Per Tortona, al 4,2, in cui il più votato dovrebbe essere Gianluca Silvestri, e SiAmo Tortona, al 4,1, con Andrea Chiandotto. Non dovrebbero entrare in consiglio la lista Viva Tortona, con il 3,2 e il Sel, che ha chiuso con un deludente 1 per cento.

Se vincer
à il centro destra, In Forza Italia, che ha conseguito il 18,9 per cento, tra i più votati dovrebbero esserci Luigi Bonetti, Giovanni Ferrari Cuniolo, Daniele Calore, Barbara Mogni, Laura Pavan, nella Lega Nord Federico Chiodi, nella lista Nel Cuore di Tortona, al 3,9, è ancora incerto chi sia stato il più votato, tra Giorgio Musiari, Pia Camagna, Leonilde Cerchi, nella lista Tortona da Vivere, al 3,2, Laura Castellano. Non dovrebbe esserci posto in consiglio comunale per Fratelli d'Italia, al 3,1, con più votato Stefano Parlati, e per il Nuovo Centro Destra, al 2,2, con più votato Pierpaolo Cortesi.

Ma oggi saranno spazzati via i condizionali e resteranno solo due scenari certi: il definitov assetto del consiglio arriverà con il ballottaggio.

 

 
28/05/2014
Stefano Brocchetti - redazione@tortonaonline.net
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
-->