Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie D - girone A

Caronnese troppa roba per il Castellazzo, che però non demerita

I biancoverdi restano in partita fino alla fine, ma la differenza tecnica tra le due squadre è determinante. Grande prestazione di Basso
CASTELLAZZO BORMIDA - Caronnese troppo forte, non può fare nulla il Castellazzo che lotta e soffre per 90' minuti ma non si rende praticamente mai pericoloso. L’1-2 finale è, infatti, un risultato bugiardo rispetto a quanto si è visto in campo: gli ospiti hanno dato mostra di essere una squadra con ambizioni certificate, mentre i padroni di casa si sono limitati a difendersi e a stringere i denti, offrendo poco più che una tenace quanto infruttuosa resistenza. I

l Castellazzo si vede subito messo in difficoltà al cospetto di una squadra dall’alto tasso di qualità, movimenti sincronizzati dalla trequarti in su e pressione costante. A coronare una straordinaria prestazione in attacco di Corno, si sono aggiunti anche Mair, L. Giudici e un Guidetti impeccabile in cabina di regia; insomma, a parziale discolpa dei padroni di casa, la Caronnese non ha sbagliato nulla per 90' e oltre minuti. Detto questo, nonostante il dislivello tecnico e di valori tra le due squadre, la gara è stata virtualmente aperta fino al fischio finale. Per merito di un Basso insuperabile, certo, autore di veri e propri miracoli, ma anche di uno spirito mai domo che sicuramente non potrà che tornare utile in futuro, contro squadre più alla portata. La gara ha visto gli ospiti subito in vantaggio praticamente alla prima occasione: lancio in profondità su Corno che calcia di sinistro, Basso respinge in tuffo ma il numero 10 di testa è lesto a ribattere in rete. Inizio che peggiore non poteva essere e infatti la partita è saldamente in mano agli ospiti, che giocano e divertono. Basso dovrà intervenire almeno 4 volte e dire di no agli avversari, tambureggianti ma anche imprecisi. Dall’altra parte il Caste arriva a fatica dalle parti di Del Frate, ma un episodio rinvigorisce il Comunale all’improvviso: Rosset la mette dentro per Cimino che in anticipo sul marcatore viene toccato, cade, e l’arbitro indica il dischetto. Qualche dubbio, per la verità. Rosset non sbaglia. Al 47’ poi incrocio clamoroso di Corno.

Nella ripresa l’illusione che il pari possa tenere dura poco. Al 1’ Basso già si supera su L. Giudici, ma al 12’ deve capitolare proprio di fronte all’11 locale, tra l’altro dopo l’ennesimo miracolo su Corno. È il gol partita, nonostante una valanga di occasioni ospiti e qualche mischia per i locali. Troppa differenza in campo, il Castellazzo rimane inchiodato a 1 punto in classifica.



CASTELLAZZO – CARONNESE 1-2

Reti: pt 10’ Corno, 40’Rosset rig; st 12’ L. Giudici

Castellazzo (4-4-1-1): Basso 8; Bottino 5 (15’ st Lombardi 6), Cartasegna 5.5, Robotti 6, Cilia 6; Cimino 6 (32’ st Cascio ng), Limone 6, Molina 6.5, Clementini 5 (32’ st Atomei ng); Rosset 6; Piana 5. A disp: Rovera, Zamburlin, Della Bianchina, Cozza, Acrocetti, Mandraccio. All: Lovisolo

Caronnese (4-2-3-1): Del Frate 6; A. Giudici 6, Rudi 6.5, Caverzasi 6.5, De Spa 6; Galli 6 (23’ st Arrigoni 6), Guidetti 7; Bonfante 6, Corno 7.5 (44’st Tanas ng), L. Giudici 7; Mair 6.5 (17’ st Barzotti 5). A disp: Bourmila, Testini, Gazzotti, Caon, Marinello, Raviotta. All: Zaffaroni

Arbitro: Catastini di Pisa 5 (Cogozzo di Chiavari, Nista di La Spezia)

Note: Spettatori 200 circa. Ammoniti Clementini, Robotti, Basso, A. Giudici, Arrigoni e Limone. Calci d’angolo: 2-14 per Caronnese. Recupero: pt 1’; st 4’.
28/09/2015
Filippo Ricci - sport@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
-->