Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Life

Zucche “a chilometro zero”nei mercati di Campagna Amica

Anche nella notte di Halloween vince il Made in Italy. La produzione nel 2013 è superiore a quella dello scorso anno, i prezzi sono stabili e la qualitàè buona: vincono le varietà tradizionali come la zucca di Castellazzo Bormida
PROVINCIA - Mancano poche ore alla festa di Halloween ma in Italia la zucca si acquista più per gola che per paura e a promuoverla sono soprattutto le numerose ricette che si possono realizzare grazie a questo ortaggio. Infatti, proprio la convenienza economica, la versatilità del suo uso in cucina e l'elevato contenuto in antiossidanti, come la vitamina A, sono tra le motivazioni che ne guidano l'acquisto. Una notte di Halloween che si trasforma rigorosamente “a chilometro zero” grazie alle zucche se acquistate direttamente dal produttore al consumatore nei mercati di Campagna Amica. Zucche “made in Italy” che è possibile comprare dagli agricoltori della Coldiretti negli spazi che vengono allestiti in diverse aree del territorio provinciale: un ortaggio stagionale, tipicamente autunnale, che lascia libero spazio alla fantasia rappresentando da tempo una realtà produttiva e gastronomica fortemente radicata sul territorio.

“La tipica cucurbitacea è un ortaggio da coltivarsi in pieno campo. La semina si effettua tra aprile e maggio. I lavori che si devono effettuare nel ciclo di coltivazione sono la sarchiatura, la cimatura e l'irrigazione estiva. – afferma il direttore della Coldiretti alessandrina Simone Moroni - La raccolta si effettua nel periodo autunnale e le zucche si conservano a lungo durante l'inverno. I prezzi medi sono sostanzialmente stabili, di poco superiori all'euro al chilo, con valori più alti per le zucche ornamentali e per quelle già tagliate da utilizzare in cucina”. Il raccolto, comunque, è di buona qualità e, accanto a varietà internazionali molti imprenditori agricoli in Italia sono impegnati nella conservazione di quelle tradizionali, in provincia di Alessandria, la famosa zucca di Castellazzo Bormida.

“Il consiglio per la notte di Halloween è ovviamente quello di utilizzare la zucca per preparare gustosi menù, piuttosto che decorare case, balconi e giardini come invece è uso e costume americano, dove la tradizione di questa ricorrenza è vissuta in modo radicalmente diverso. – continua il presidente provinciale Coldiretti Alessandria Roberto Paravidino - Le specialità alimentari con la zucca o con la sua farina sono svariate, tra le tante l'utilizzazione più "nobile" è quella dei celebri tortelli di zucca per i quali, lo ricordiamo, è necessaria una zucca dolce, compatta, non granulosa e un po' farinosa”.

La zucca, dunque, è uno dei prodotti più versatili della cucina italiana e può essere utilizzata sia per le preparazioni salate che per quelle dolci, ma anche abbinata a pasta, carne, formaggi e torte. Le specialità alimentari a base di zucca infatti, sono tantissime. Ricette che si potranno gustare negli agriturismi Terranostra dove, accanto ai piatti tipici della tradizione, verranno proposte proporranno alcune variazioni sul tema dove questo ortaggio sarà l’assoluto protagonista di stagione: come ad esempio il famoso risotto alla zucca, zucca fritta, al forno o ridotta in purè o, ancora, la crostata di zucca e infine come leccornia i suoi semi tostati e salati.
 
I consigli Coldiretti per intagliare un’autentica zucca di Halloween
Occorre innanzitutto scegliere una bella zucca dal peso compreso tra i cinque e i dieci chili, rotonda e senza imperfezioni perché, più liscia è la superficie, più facile è intagliarla. Con uno scalpello a forma di V poi bisogna tracciare le linee sul volto della zucca e con un coltello da cucina ben affilato e non troppo flessibile occorre scavare per intagliare i tratti del "volto" in modo da ricavare dei fori da dove fuoriesca la luce. Per inserire al suo interno una candela accesa è sufficiente scavare un buco sul fondo della zucca per ricavare una via d'entrata senza rovinare "l'opera d'arte". Per chi volesse conservare a lungo il ricordo della magica notte delle streghe deve, una volta alla settimana, passare sulla parte esterna un po' di olio vegetale con un panno morbido e lasciarla in un luogo fresco e asciutto. Successivamente ogni 4-5 giorni immergerla in acqua fresca. In caso di aria particolarmente secca, in casa, di notte è consigliabile coprire la zucca con un panno umido.
31/10/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Il gioiello di Cerreto
Il gioiello di Cerreto
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Villalvernia ricorda le bombe
Villalvernia ricorda le bombe
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Tortona domenica 3 dicembre
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Tortona domenica 3 dicembre
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè  "Movie Blues"
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè "Movie Blues"
-->