Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Volpedo

Coldiretti: “Grazie all’agricoltura si impara ad osservare la realtà e a conoscere il territorio”

Le fattorie didattiche sono un osservatorio-laboratorio di educazione alimentare dove è possibile conoscere, promuovere, sostenere, agire e sperimentare
VOLPEDO - Un’azienda agricola trasformata in un vero e proprio set dove i protagonisti sono stati i bambini, "piccoli coltivatori per un giorno", che hanno dato da mangiare agli animali da cortile, imparato cos’è la potatura e impastato la pasta frolla per preparare una gustosissima crostata alla marmellata di pesche.
La cascina, o meglio la fattoria didattica, di cui stiamo parlando è “Cascina Galeazzo” di Graziella Boveri responsabile regionale e provinciale Donne Impresa Coldiretti che ieri ha accolto, accompagnati dalle insegnanti, gli alunni della scuola elementare di Volpedo assieme alle telecamere di Rai Uno, della trasmissione “Uno Mattina” per l’esattezza.
Bambini sorridenti, tanti berrettini gialli, incuriositi dai laboratori didattici organizzati direttamente “in campo”, complice il sole e un clima praticamente estivo.

"Ogni fattoria è un luogo dove imparare la vita. Come si fa il formaggio? Come si munge una mucca? Le fattorie didattiche sono il posto giusto per imparare tutto questo: un contatto fra le scuole e le aziende agricole, per conoscere i prodotti e le tradizioni del territorio rurale – ha affermato Graziella Boveri - Sono rappresentative della realtà territoriale, delle tradizioni culturali-storico-ambientali, della gastronomia locale e producono alimenti sani e genuini con tecniche di coltivazione biologiche o di lotta integrata, tutelando l'ambiente e l'ecosistema".

Le fattorie didattiche, sono una sorta di osservatorio-laboratorio di educazione alimentare dove è possibile conoscere, promuovere e sostenere, agire e sperimentare: in questo modo, la terra, i prodotti agricoli, gli animali e il lavoro agricolo non rischiano di essere, per i ragazzi, solo realtà virtuali. 
L’obiettivo della collaborazione tra Coldiretti e mondo della scuola, grazie all'aiuto degliinsegnanti e progetti didattici mirati, è proprio quello di trasmettere alle giovani generazioni il principio di mangiare in modo equilibrato vivendo nel rispetto dell’ambiente. Partendo dall’analisi delle diverse filiere agro alimentari, i bambini apprendono, grazie anche alle visite in fattoria, qual è l’origine dei prodotti che quotidianamente vengono consumati sulle nostre tavole.
Le fattorie didattiche sono aziende agricole, opportunamente attrezzate, che praticano attività di divulgazione e formazione rivolte a scuole, gruppi organizzati, famiglie e pubblico in genere, interessati ad approfondire la conoscenza del mondo rurale e agricolo nei suoi diversi aspetti, come attività economica, contesto ambientale, esperienza umana e culturale. Si tratta di attività di pedagogia attiva, ispirate a una forma di apprendimento sperimentale e partecipativo, basato sull’osservazione diretta della realtà, che devono tuttavia rispettare precisi vincoli di qualità e idoneità.
Ritenendo sempre come fondamentale l’attività di formazione-informazione di chi si occupa dell’educazione dei bambini, ovvero genitori e insegnanti, senza però mai trascurare la rintracciabilità dei prodotti agricoli: è questo, infatti, un modo per far riconoscere e amare la campagna, con i suoi ritmi, l'alternanza delle stagioni e la fatica che il rapporto fra uomo e natura racchiude. In questo ambito le fattorie permettono, attraverso vari itinerari didattici, di utilizzare i sensi - dalla vista all'udito, all'olfatto, al tatto, al gusto - come veicoli per incontrare e fare propri saperi e sapori antichi e nuovi. Il messaggio che si vuole trasmettere sia tramite la formazione scolastica sia nelle fattorie didattiche, è che l'agricoltura è vita, economia, ambiente e cultura.
"Come Coldiretti, sono ormai parecchi anni che stiamo lavorando affinchè una sana e corretta alimentazione entrino a scuola e in famiglia, attività per le quali vogliamo garantire qualità e adeguatezza della proposta formativa, soprattutto quando questa è rivolta ai giovani, che rappresentano il futuro. – ha aggiunto il Direttore Provinciale Coldiretti Simone Moroni - Le fattorie didattiche rappresentano un’opportunità concreta per chi vuole scoprire il mondo rurale, sperimentandolo in prima persona".

Un obiettivo raggiunto che rappresenta solo l’inizio di un iportante percorso di crescita per tutto il mondo agricolo in generale e per Coldiretti in particolare.
 
18/04/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
-->