Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

Parco Eternot: inaugurazione il 10 settembre del "Vivaio" di Gea Casolaro

Un monumento importante per la città di Casale e per per la "lotta all'amianto": questo è il "Vivaio Eternot" di Gea Casolari che ha vinto il bando aperto dal Comune per "ridare vita" in forma artistica alla memoria delle vittime dell'Eternit. Inaugurazione il 10 settembre
 CASALE MONFERRATO - “I fazzoletti intrisi delle nostre lacrime metteranno le ali e voleranno lontano per sviluppare profonde radici di giustizia”. Sopra un luogo di morte, costruire un vivaio. Là dove sono state prodotte migliaia di fibre mortali, far nascere piantine che germoglino, crescano, fioriscano: una rappresentazione materializzata della lotta che la città di Casale Monferrato ha realizzato e continuerà a portare avanti negli anni, fino a quando, nel mondo, non ci saranno più morti d’amianto. Questo è il "Vivaio Eternot" opera di Gea Casolari che sarà inaugurata il 10 settembre là dove prima sorgeva la fabbrica dell'Eternit. Monumento di "memoria", ma anche simbolo e punto di riferimento per il futuro. Un futuro ancora fatto di "lotta".

“Nei giardini pubblici accanto alla Stazione, ho scoperto una pianta che non conoscevo: La Davidia Involucrata, detta albero dei fantasmi, dei fazzoletti o delle colombe, per via delle caratteristiche foglie bianche che la pianta sviluppa per proteggere la sua infiorescenza. Penso che questo albero rappresenti in
modo perfetto la storia della lotta casalese ai danni causati dalla produzione della fibra d’amianto: come in una sequenza animata, ho immaginato il fiore della Davidia diventare una colomba e volare via per portare il suo messaggio di giustizia in tutta Italia, magari anche in tutta Europa” ha spiegato la Casolari, vincitrice del bando indetto dal Comune di Casale per far nascere il Parco Eternot.

Il progetto prevede l’istallazione di un piccolo vivaio di Davidia Involucrata Sonoma, all’interno del Parco. Grazie alle cure di studenti e associazioni della città, coadiuvati dall’Afeva, il Vivaio Eternot produrrà in permanenza delle piantine di Davidia. Il 28 aprile di ogni anno, Giornata Mondiale delle Vittime di Amianto, le piantine verranno inviate in quei luoghi e a quelle persone in Italia e nel mondo, che stanno partecipando significativamente alla lotta all'amianto, individuati dall’Osservatorio Permanente sull'Amianto.
L'Osservatorio sarà composto da ricercatori, studenti e associazioni cittadine. “Il progetto - come ha spiegato la sua ideatrice - vuole così creare un simbolo vivo della lotta all’amianto, che va mantenuta, curata, trasmessa, così come ci si prende cura del vivaio”. Lotta che produce e continua a generare attenzione su un argomento fondamentale per Casale e per tutta l’Italia: non solo in questi che sono considerati gli anni di picco in termini di mortalità a causa delle malattie asbesto-correlate, ma anche rispetto al lungo lavoro per lo smaltimento sicuro di tutte le tonnellate di amianto ancora presenti sul territorio nazionale e di tutti i rischi dovuti a smaltimenti scorretti e criminali che ancora per anni ci obbligheranno a mantenere viva l’attenzione su questo tema".

Un programma fitto quello del 10 settembre alla presenza di autorità, studenti e di tutti coloro che "non vogliono dimenticare e che non vogliono smettere di lottare". Presenza attiva delle scuole del territorio e la restituzione del lavoro di anni, la partecipazione della Commissione di inchiesta sugli illeciti ambientali, la rappresentanza dell’Associazione Afeva che da anni ha concordato con il Comune di Casale Monferrato la disposizione di un proprio monumento. Un grande passo, che non sembra però voler essere l'ultimo. Obiettivo prioritario è mantenere vivo il valore simbolico del Parco Eternot e farlo diventare parte integrante della città facilitando il suo uso da parte dei cittadini.

"Successivamente alla realizzazione del Vivaio Eternot procederemo nella realizzazione di altri monumenti, sviluppando al contempo un public program di appuntamenti a carattere culturale e sociale" spiegano dal Comune. E' in atto la acquisizione definitiva della Palazzina Eternit, architettura interna al parco dove un tempo erano contenuti gli uffici dello stabilimento Eternit che necessità di essere bonificata quanto prima. Questo è un luogo fondamentale sia in relazione alla sua funzione passata che al suo essere elemento di continuità architettonica che per la riqualificazione del quartiere Ronzone stesso. Prioritari sono gli interventi di messa in sicurezza e bonifica assicurando il pieno risanamento dell’area ex Eternit ma sarà importante anche considerare ciò che rappresenta, lavorare insieme alla città e alla comunità di riferimento della vicenda Eternit per darle nuova vita e una nuova vocazione.
La palazzina infatti, unica testimonianza architettonica ancora presente dello Stabilimento Eternit, è di per se un monumento e ben si presterebbe ad essere destinata ad uso pubblico: in parte a museo permanente dell’amianto e della memoria, in parte come archivio scientifico, in parte come attore culturale del territorio producendo contenuti dedicati all'arte e all'ambiente, in parte integrando e completando le funzioni del vicino Parco offrendo ulteriori spazi di fruizione e vitalità (servizi, punti di ristoro ecc.)
23/08/2016
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
-->