Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
In cammino

Sentiero 607: la strada di Napoleone nella zona di Valenza

Sedicesima puntata della rubrica “In cammino”, una selezione di percorsi del nostro territorio che il Cai ha censito, mappato e segnalato sul campo. La rassegna prevede sentieri per ogni tipo di preparazione, dalle passeggiate alle escursioni più lunghe e difficili, fino alle mete per i più esperti
IN CAMMINO - Nel segnalare il percorso identificato come Sentiero 607 “La Strada di Napoleone” della zona Valenza e le sue colline, vogliamo ricordare una curiosità della storia del territorio, secondo la quale "Napoleone mise a punto il suo piano strategico di attacco all'Austria all'interno di Villa La Voglina, una sontuosa tenuta a Valenza".

La villa fu progettata dall’architetto Filippo Juvarra tra il 1678 e il 1736 e si estende su oltre tremila metri quadrati con arredi del XVIII secolo, è circondata da un parco a terrazze con alberi secolari e possiede al suo interno una cappella consacrata nel 1767. Durante il soggiorno di Bonaparte, Villa Voglina divenne il quartier generale della Battaglia di Marengo del 14 giugno 1800, collocata in quella che viene definita la Strada di Napoleone, quel tratto che dalla strada Serra a Betania, passando per valle San Bartolomeo, arrivava nella zona dove avvenne lo scontro franco-austriaco.

È un itinerario lungo con un’alta percentuale di asfalto nel secondo tratto, adatto all’utilizzo in mountain bike; chi desiderasse un percorso più breve può fermarsi al Bric Montalbano che offre una splendida veduta panoramica.

Descrizione del percorso. Percorsa la strada provinciale 80 si arriva a Rivarone dove, in corrispondenza del km 11, si trovano le indicazioni per l’approdo fluviale e il fiume Tanaro; a cento metri si trova un piazzale dove si può parcheggiare. Giunti nei pressi del Tanaro, il sentiero svolta sulla destra e si inoltra tra pioppeti e campi coltivati, proseguendo in piano per circa due chilometri, fino a piegare sulla destra, risalendo verso la cappella Mora.

Sbucati sulla strada provinciale si svolta a sinistra, percorrendo l’asfalto in direzione di Montecastello. Giunti all’incrocio dove la provinciale si interseca con la deviazione per frazione Fiondi, si prosegue ancora su asfalto fino a giungere a un altro crocevia dove si continua diritto su una stradina inghiaiata che gira intorno al parco di villa Garrone, con una veduta di Montecastello.

La strada sterrata prosegue tra campi e filari alberati, risalendo dolcemente verso il Bric Montalbano; oltrepassata un’antenna, si prosegue in costa su strada inghiaiata. Proseguendo si attraversare la strada asfaltata in località Dazio e, continuando in costa su sterrato, il percorso offre una veduta della città di Alessandria; lasciata sulla destra la deviazione in discesa di strada Pattona si tiene la sinistra, in direzione del Bric dell’Olio, fino a sbucare sulla SP 79, in prossimità di una grande quercia.

Si prosegue sulla provinciale e quindi si tiene la stradina asfaltata che piega sulla destra in leggera salita, attraversando una zona con antichi cascinali; lasciata sulla sinistra la deviazione di strada della Manza si arriva a incrociare l’ex statale 494 in località Colla di Valenza. Svoltati a destra sulla statale, si gira poi a sinistra in direzione del centro religioso di Betania, proseguendo su asfalto fino ad arrivare in prossimità del Bric del Pero, ove di fronte all’ingresso di una villa si prende il piccolo sentiero sulla sinistra che scende in un boschetto.

Al successivo bivio si deve tenere la destra e qui il percorso risulta meno agevole a causa di alcuni piccoli smottamenti e della vegetazione che sta invadendo il sentiero. Proseguendo in costa su strada sterrata si arriva sull’asfalto di strada Astigliano, dove si prosegue in direzione del Golf Club La Serra, sempre su strada asfaltata, finché, giunti all’ingresso del club, si prende lo sterrato a sinistra fino a intravedere frazione Frescondino.

Si continua ancora su strada asfaltata e al bivio successivo si tiene la sinistra fino alla deviazione per il Santuario della Madonna del Pozzo. Passati davanti al santuario si attraversa il prato e, in prossimità di una pila in mattoni, si prende la stradina in discesa fino alla sbarra, dove si risale a sinistra. Giunti sulla SP 64 si svolta ancora sinistra verso San Salvatore; prendendo infine la destra e seguendo le indicazioni si giunge in breve alla Torre, punto di arrivo del percorso.

Difficoltà: turistico
Lunghezza: 17,06 km
Tempo: 4 ore

Per ulteriori informazioni, cartografia e tracce gps: http://www.provincia.alessandria.gov.it/sentieri/index.php?whattodo=sentieri&file=singola&id=31

 


PhotoSystem Alu
è il bastoncino da Trekking con adattatore per fotocamera integrato; un monopiede must-have per tutti i fotografi e cineasti outdoor. Occorre semplicemente rimuovere la testa dell'impugnatura Aergon e montare la fotocamera sul filetto normato con l'ausilio della rotella di regolazione. Regolazione veloce e sicura dell'altezza desiderata, grazie al sistema di regolazione esterno Speed Lock. Scopri tutti gli accessori per i tuoi trekking presso il nostro punto vendita Sportrage.
 
17/09/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus