Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Basket - Serie A2

Il Bertram paga dazio anche a Treviglio, e l'anno si chiude in piena crisi...

I bianconeri, dopo un primo tempo equilibrato, si arrendono a una Remer Treviglio che, nel secondo tempo, viene guidata dai canestri di Borra e Roberts. Ramondino: " Non funzionano nemmeno le cose più semplici e troviamo sempre il modo di uscire troppo facilmente dalla partita"
TREVIGLIO - Sconfitta per la Bertram Derthona nell’ultima gara del 2018: i bianconeri, dopo un primo tempo equilibrato, si arrendono a una Remer Treviglio che, nel secondo tempo, viene guidata dai canestri di Borra e Roberts.

Avvio di gara caratterizzato dall’equilibrio e contraddistinto dalle giocate di Alibegovic e Borra: è poi Treviglio a produrre il primo break della partita, segnando un paio di canestri in contropiede (13-9 al 6’) da palle recuperate in difesa. Nei minuti successivi i padroni di casa mantengono il leggero margine di vantaggio accumulato e chiudono il primo periodo in vantaggio 18-17
Nel secondo quarto i bianconeri alzano l’intensità della propria difesa, crescendo allo stesso tempo per quanto riguarda la fluidità delle soluzioni offensive: è con un lay-up di Spizzichini, a coronamento del parziale, che la Bertram trova il sorpasso sul 27-28. Nel finale del primo tempo sono due canestri di Pecchi a ridare il vantaggio alla Remer, che al riposo conduce 34-30. 

Due canestri da tre punti di Caroti e Roberts, in avvio di terza frazione, aumentano il divario tra le squadre (40-33 al 23’): dopo il massimo vantaggio raggiunto dai padroni di casa (44-33) arriva la reazione della Bertram, che con una serie di soluzioni offensive corali, torna a sette punti di distacco, sul 47-40 del 27’. Negli ultimi minuti del periodo il gap rimane invariato: alla terza sirena Treviglio conduce 52-45. 
In avvio di ultima frazione i padroni di casa piazzano un nuovo break, coronato dalla tripla di Roberts che vale il 60-49 e costringe coach Ramondino a fermare il gioco. Nonostante gli sforzi prodotti, i bianconeri non riescono a riavvicinarsi nel punteggio e, anzi, con le giocate di Borra, Treviglio allunga ancora, fino al 67-51 del 37’. Treviglio conquista il successo per 69-60. 


REMER TREVIGLIO - BERTRAM DERTHONA 69-60 (18-17, 34-30, 52-45)

Treviglio: Pecchia 5, Nikolic 9, Taflaj, Caroti 6, Frassineti 7, Palumbo 3, D’Almeida, Tiberti ne, Roberts 20, Borra 19. All. Vertemati 
Derthona: Tuoyo 4, Alibegovic 19, Blizzard 4, Buffo, Ndoja 17, Ugolini ne, Garri 6, Lusvarghi ne, Viglianisi 2, Gergati, Spizzichini 8. All. Ramondino 


Così coach Ramondino: ʺComplimenti a Treviglio, che ha fatto una partita solida e migliore della nostra, non solo nel punteggio ma anche nel modo di giocare. Per noi non funzionano nemmeno le cose più semplici e troviamo il modo di uscire troppo facilmente dalla partita. Nel primo tempo, senza giocare una grande partita, abbiamo sprecato quattro occasioni quando eravamo avanti di 1 e abbiamo subito un canestro da tre punti di Pecchia che li ha riportati in vantaggio. Treviglio ha vinto con merito la partita per come ha giocato, perché sono stati molto più bravi di noi nell’eseguire. In una gara a così basso punteggio gli errori sono molto più pesanti perché non c’è possibilità di fare dei parziali. Credo che le prestazioni dei singoli siano influenzate dalla squadra e dal gruppo, Treviglio è un esempio di come i giocatori rendono di più di quanto ci si aspettasse. Ritengo che la partita di stasera ci abbia fatto capire quanto siamo lontani dall’avere un’identità di squadra: da parte sua il club ha mostrato disponibilità a fare dei correttivi e questo è da ammirare, ma dobbiamo essere chirurgici nello scegliere perché abbiamo due movimenti a disposizione che decideranno il nostro destino: oggi è difficile capire quale sia il problema della squadra. Stasera abbiamo lasciato a Treviglio il controllo del gioco troppo facilmente e questa è una cosa che non ci possiamo permettereʺ.
31/12/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
-->